Scuola dei mestieri e delle professioni di Gubbio

Scuola dei mestieri e delle professioni di Gubbio

Nasce a Gubbio una nuova realtà di formazione professionale dedicata ai giovani, grazie alla sinergia tra pubblico e privato, sulla base di un accordo tra agenzie formative ed enti locali, quale Comune e Provincia.

Le nuove opportunità sono state presentate in conferenza stampa questa mattina in Sala Consiliare, alla presenza dei soggetti promotori. La “Scuola dei Mestieri e delle Professioni di Gubbio” avrà sede al villino di Parco Ranghiasci, appositamente sistemato e ristrutturato dal Comune e ospiterà, come prima attivazione due corsi approvati dalla Provincia di Perugia, che saranno interamente gratuiti, poiché rientrano, come ha spiegato il dirigente regionale della Provincia Michele Fiscella, nel Piano Europeo denominato “Garanzia Giovani”, finalizzato a ragazzi, che hanno lasciato gli studi e non lavorano, per acquisire abilità e competenze spendibili nel campo lavorativo.

Si tratta di due profili professionali specifici, quali ‘addetto alla ricettività rurale’ con diverse mansioni all’interno di ristoranti, agriturismi e country house, in grado di realizzare anche prodotti caseari e di norcineria, e ‘manutentore del verde’, in grado di progettare al computer e realizzare giardini di ogni tipo, di costruire e installare arredi e strutture in legno, impianti di illuminazione e di irrigazione. I corsi, riservati a un numero limitato di circa 15 ragazzi a corso, tra i 16 e i 18 anni, sono promossi e organizzati da una ATS – Associazione Temporanea di Scopo, tra Scuola di Formazione Professionale “.form” di Foligno e Master School 2000 di Perugia, con la collaborazione della ‘New Consulting’ di Fossato di Vico.

“E’ il recupero di un ruolo dell’amministrazione comunale nell’ambito della formazione che insieme alla ricerca e all’innovazione, rappresenta il volano per far ripartire l’economia, anche a livello territoriale. La nostra progettualità punta alla riqualificazione di figure legate al territorio e quelle forme di artigianato che sono tipiche del tessuto produttivo e sociale della città. E’ anche la rivitalizzazione di uno dei luoghi più panoramici e suggestivi della città, un pezzo di storia importante che merita di essere vissuta di più dagli eugubini”, ha sottolineato il sindaco Filippo Mario Stirati, affiancato dalla vice sindaco Rita Cecchetti e dall’assessore al Bilancio Giordano Mancini, che hanno entrambi sottolineato la positività dell’intervento, capace di dare una risposta a una fascia di giovani in estremo precariato rispetto all’impiego.

E’ stata inoltre ribadita la ideale collocazione all’interno di Parco Ranghiasci, con la possibilità di fare pratica nel verde e nella cucina della struttura. Giuliano Granocchia per ‘Master School 2000’ di Perugia, ha ribadito l’importanza della collaborazione per la città di Gubbio e Gianni Angeli presidente di “.form” ha illustrato in dettaglio i due progetti formativi, che rientrano nel pacchetto ‘Coltiviamo il Futuro–Alto Chiascio’.

C’è tempo fino al 27 novembre per iscriversi ai corsi, che partiranno il 4 dicembre e saranno distribuiti con orario settimanale dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 13. La Scuola, inoltre, fornisce gratuitamente libri di testo, abbigliamento da lavoro e, se possibile, rimborsa le spese di trasporto, valutando i singoli casi.

Per ricevere ulteriori informazioni e per iscriversi, è possibile contattare: Scuola di formazione professionale “.form” – Via Campi, 7 – 06037 Foligno (PG) tel. 0742 391098 email: info@puntoform.it, oppure New Consulting – Via Flaminia 19 – 06132 Fossato di Vico (PG) – tel. 075 9149385 info@newconsultingsrl.it, oppure Master School 2000 – Via Antimo Liberati, 12 – 06132 Perugia – tel. 075 5000856 master@masterschool2000.it.